Blog

Nov 15

Rendi l’obiettivo inevitabile

Gli obiettivi in azienda vengono protratti per anni o abbandonati, soffocati dalle urgenze quotidiane, perchè ci si concentra sul punto di arrivo senza concentrarsi costantemente sui processi che ci porteranno a quell’obiettivo.

Quando manager o team in azienda definiscono un obiettivo e la strategia per raggiungerlo, spesso costruiscono processi che rimangono saldamente entro la loro zona di comfort. Quando i processi diventano inefficienti, stressanti, consumano più tempo del previsto, prima o poi i team li abbandonano.

Così molte innovazioni di prodotto e di processo e molte carriere vengono fermati da obiettivi che non sono supportati da processi eccellenti.

In altri casi, manager e team in azienda si lamentano del grande stress a cui sono sottoposti e della difficoltà a raggiungere obiettivi aziendali. Quando veniamo chiamati per programmi di Coaching, mentoring e facilitazione a manager e team, vediamo che si deve quasi sempre agire a livello di processi, che sono stati dati per scontato e che invece diventano la zavorra principale per raggiungere un obiettivo.

Proponiamo quindi un cambio di mentalità con una domanda:

Come farete a rendere l’obiettivo inevitabile?

Questo significa: quale processo eccellente vi porterà naturalmente all’obiettivo? Un’atleta di alto livello vince la medaglia d’oro alle Olimpiadi grazie a un processo eccellente che lo porta, quasi naturalmente, ad essere uno dei migliori al mondo.

Una volta che i processi, e quindi le abitudini di manager, team e reparti in azienda, sono mappati, possiamo trovare i punti deboli, le duplicazioni, le best practice che non vengono però condivise e i comportamenti e le scelte che rendono quei processi inefficienti e inefficaci.

Insieme ai team costruiamo invece processi che renderanno l’obiettivo inevitabile: una volta che vengono costruiti, questi processi sono ad alta performance, fluidi, naturali e fanno risparmiare tempo ed energie, oltre che portare risultati molto migliori.

Rendere l’obiettivo inevitabile significa quindi andare ad analizzare i processi che portano all’obiettivo e chiedersi:

Questo processo mi sta portando naturalmente all’obiettivo?

Se la risposta è sì, lo teniamo, se la risposta è no, ci chiediamo:

Come dovrebbe essere questa parte del processo per portarci naturalmente all’obiettivo?

In questo modo possiamo, insieme ai team, lavorare a costruire processi che riducano lo stress e le duplicano, portando leggerezza ed efficacia nel reparto, nella business unit o in tutta l’organizzazione.

Novaxia, schermata
Vai alla piattaforma drive

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *