Blog

Nov 12

La riflessione profonda nel pensiero strategico con i team in azienda

La fretta è una cattiva consigliera, ce lo dicono fin da piccoli. Spesso in azienda abbiamo poco tempo per decidere e dobbiamo operare decisioni in base all’euristica, vale a dire alle generalizzazioni rispetto a quello che ha funzionato in passato.

Ciò può andare bene per risolvere un problema che si è ripetuto diverse volte in passato e che abbiamo imparato a dominare: ma quando un manager, un reparto o tutta l’organizzazione deve pensare ad una strategia, la fretta può portare a considerazioni poco profonde e a decisioni profondamente sbagliate.

Quando, con i nostri Coach, facilitiamo processi strategici in azienda, notiamo come i team si accontentino della prima strategia trovata, soprattutto se risulta familiare, piuttosto che prendersi del tempo per riflettere su altre strategie, magari più lontane, ma anche molto più produttive.

Non siamo più abituati alla riflessione profonda, a prenderci del tempo per contemplare la realtà e ritrovare soluzioni a sfide che ci si pongono davanti con grande attenzione e capacità analitica.

La facilitazione di questi processi avviene con domande di Coaching che aiutano i manager e i team ad esplorare molto più a fondo la situazione e vederla da altre prospettive.

Chiediamo ad esempio:

  • Quali sono i pro e i contro della strategia scelta?

Questa domanda permette al team di guardare sia i vantaggi di una strategia proposta da qualcuno ma che non piace al team perché reagisce emozionalmente a un processo troppo fuori dalla norma aziendale, sia gli svantaggi della strategia che il team preferisce, che a volte non è la più efficace.

Chiediamo anche:

  • Le strategia alternative danno dei vantaggi?

  • La strategia che preferiamo, che svantaggi dà?

Queste due domande permettono di riflettere su quello che non vogliamo vedere: gli errori che commettiamo quando scegliamo un processo che ci piace perché molo vicino a noi e al nostro pensiero e la validità di idee molto diverse dalla nostra mappa. Inoltre, possiamo riconoscere che parti di strategie non scelte possono essere in realtà integrate in quella principale, per renderla più efficace.

Questo ed altri processi sono fondamentali nella riflessione strategica, per impedire ai team alle organizzazioni di rimanere nella zona di comfort mentale dove si sentono più a loro agio ma dove, probabilmente, non troveranno la strategia migliore per raggiungere i propri obiettivi.

Novaxia, schermata
Vai alla piattaforma Drive

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *