Blog

Mar 22

Il Kaizen Manager e il miglioramento continuo negli uffici

Notiamo spesso nei programmi di Change Management in cui siamo coinvolti che le aziende ci chiedono: “poi facciamo anche un po’ di Kaizen per assicurarci di ripartire più efficaci ed efficienti!”. Questa frase mostra quando ancora il Kaizen – il processo di miglioramento continuo che ha caratterizzato prima Toyota e poi tante altre aziende che hanno abbracciato questa filosofia – sia visto più come un intervento a sé stante che una routine senza fine in azienda.
Il Kaizen non è un intervento di formazione o un processo di qualche giorno in cui noi Coach entriamo in azienda, controlliamo con un team i processi di un reparto e li miglioriamo. Il Kaizen è una filosofia di vita dell’azienda che deve essere abbracciata da tutte le persone anche quando i Coach di Novaxia non sono più presenti.

Negli uffici, i manager possono diventare Kaizen Coach con un semplice approccio che dura pochi minuti ma che stimola continuamente i processi creativi delle persone.
Siamo creature di abitudine e dopo qualche tempo un processo inefficiente diventa comunque parte della nostra realtà. Siamo convinti che “si fa così” e che non ci siano altre strade. Quando poi nascono problemi, i dipendenti si rivolgono al responsabile, che deve spegnere gli incendi. Processo molto inefficiente e inefficace, anche dal punto di vista del benessere aziendale.

L’engagement si alimenta attivando il pensiero creativo delle persone, sfidandole, facendole sentire parte del processo e non solo un ingranaggio. Per questo un processo di Kaizen, molto semplificato, ripetuto ogni giorno, può portare grandi risultati sia in termini di efficacia, sia in termini di clima aziendale. 

Ecco un’idea per tutti i responsabili che devono curare dei team: 

  1. Quando emergono problemi, criticità o semplicemente quando si analizzano i processi aziendali, chiedete sempre: “come si può migliorare?” Questa semplice domanda fa attivare il pensiero creativo e strategico delle persone e crea engagement. Le persone si abitueranno al fatto che un processo può e deve essere migliorato costantemente, creando maggiore efficacia ed efficienza nel team. 

  2. Create delle riunioni brevi ed efficaci in cui raccogliete tutte le proposte, oppure in cui presentate un tema particolare, una sfida del team, per cui è necessario pensare a un processo di miglioramento. Discutete con tutti gli interventi di miglioramento più adeguati. Attenzione: il responsabile deve facilitare la riunione ma non proporre nulla: prima devono essere i membri del team a trovare possibili miglioramenti. Il responsabile può dare il suo contributo, in aggiunta, alla fine della facilitazione. 

  3. Alla fine di ogni settimana tenere un breve stand up meeting tra il team o direttamente in reparto, se l’ufficio è unico, dove si revisionano i miglioramenti e si festeggiano le persone che li hanno raggiunti. Questo è un momento importante perché mostra a tutti che migliorare è importante e che le persone che lo fanno sono premiate. 

Un piccolo processo per grandi risultati: oltre ad avere processi migliori, i manager avranno anche persone molto più ingaggiate e abituate a risolvere e addirittura anticipare i problemi. 

Novaxia, schermata
Vai alla piattaforma drive

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *