Blog

Lug 01
earning, money, growth, turnover

Innovazione e marketing: trovare abitudini per migliorare il rendimento aziendale

Da una ricerca pubblicata sull’Harvard Business review, le 25.000 società più di successo al mondo non si concentrano sul controllo dei costi, ma sulla crescita degli introiti. Lo fanno testando continuamente nuove modalità per migliorare.
Un’abitudine molto efficace per continuare ad aumentare le prestazioni di un business o di un professionista è proprio quella di testare continuamente le proprie strategie con il mondo esterno, in modo da scoprire nuove modalità di lavoro e nuove opportunità che prima non conoscevamo.

Innovazione e marketing, le strade per accrescere gli introiti dell’azienda
Secondo Peter Drucker, la crescita delle migliori aziende deriva da una potente combinazione di Innovazione e Marketing. Innovare significa ricercare nuovi e migliori modi di lavorare, nuove strade per agire in maniera più performante.
Le aziende che lavorano in questo modo continuano a innovare non solo i prodotti, ma anche i propri processi.
Per farlo occorre essere sempre consapevoli dei nostri comportamenti e delle routine che abbiamo costruito in azienda, per provare nuove modalità più efficaci:
1. Sii consapevole di quello che ha funzionato. Studia la tua esperienza, le tue momentanee prestazioni di picco e i risultati migliori in modo da comprenderli correttamente. In questo modo avrai un quadro dettagliato di quello che ha funzionato e di cosa si può fare per moltiplicare quei risultati e rendere tali esperienze delle routine. In azienda si possono trovare moltissimi punti di miglioramento: non è necessaria per forza una grande innovazione, bastano molti, piccoli passi avanti.
2. Conosci il tuo mercato. La consapevolezza del momento presente, di dove siamo, di cosa vogliono i clienti e dove sono le opportunità ci permette di fare delle prove con consapevolezza. In questo modo, sapremo analizzare eventuali risultati anche negativi. Molte aziende, infatti, attribuiscono i loro fallimenti a cause esterne (come la “crisi”), ignorando che in ogni caso alcuni loro concorrenti sono riusciti a crescere anche nei momenti difficili. Esternalizzare è pericoloso, perché l’imprenditore o il manager si sente impotente di fronte a qualcosa che non può controllare e quindi eviterà di agire.
3. Conosci te stesso. È importante conoscere veramente i nostri punti di forza per potere far eleva su di essi. È inutile cercare di cogliere opportunità che richiedono uno sforzo molto superiore a quello che possiamo esprimere e che porteranno comunque a un risultato mediocre: meglio concentrarci su quello che sappiamo fare veramente bene, per potere sfruttare fino in fondo opportunità che ad altri non darebbero tanti risultati.
4. Concentrati sulle fonti chiave di crescita per la tua attività e il tuo mercato. Ognuno di noi ha delle fonti chiave di crescita, da cui possiamo attingere per crescere velocemente. Quali sono le tue fonti chiave di crescita? La costruzione di database di contatti chiave? Una newsletter? Una forte presenza su Facebook? Comprendere quali sono le fonti chiave di crescita ci permette di concentrare le nostre risorse su ciò che veramente ci fa crescere, senza gettare al vento risorse.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *