Blog

Set 11

Coaching GROW Model – Analisi delle risorse

Nel quadrante della “realtà” del modello GROW di John Whitmore, un altro momento importante è l’analisi delle risorse. Senza una valutazione chiara di quali risorse possiamo utilizzare, o stanziare, per il nostro obiettivo, spesso tendiamo a sottovalutare, e a volte a sopravvalutare, le risorse che abbiamo a disposizione.
I budget in azienda servono proprio a questo: a non spendere più di quanto l’azienda possa permettersi.
In realtà molto più spesso accade proprio il contrario: sottovalutiamo quello che possiamo fare con le risorse che abbiamo e quindi non partiamo neanche.

Prima di tutto, è importante non giudicare le risorse, ma analizzarle con una mente chiara: classico è l’esempio di chi dice che per un particolare progetto “Non ha soldi”, salvo poi non sapere dire neanche quanti soldi servono per partire oppure senza avere esplorato altre modalità per iniziare senza una quantità non sostenibile di denaro.

In secondo luogo è fondamentale ricordarsi che non abbiamo solo risorse esterne, materiali, come soldi, edifici, persone che ci possono aiutare, ma abbiamo anche, e soprattutto, risorse interne, che possono controbilanciare la mancanza di risorse materiali.
La determinazione, la creatività, la capacità di stringere relazioni, la capacità di pensare in modo strategico, la flessibilità, sono tutte risorse fondamentali che possono rappresentare il punto focale del nostro punto di partenza.

Ricordiamoci quindi di elencare sia le risorse esterne, materiali, sia quelle interne.
Un altro esercizio importante a questo punto della sessione può essere quello di definire quali risorse, che non abbiamo, ci servono per partire e quindi come possiamo acquisirle.
In questo modo, siamo pronti ad affrontare il nostro obiettivo con una solida base da cui partire: la chiarezza dell’analisi di Coaching fa la differenza.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *