Blog

Ago 18

I primi passi per creare un’Academy digitale in azienda

Le aziende stanno cambiando radicalmente il loro approccio alla formazione: meno corsi teorici, o solo con simulazioni in aula, giornate intere ad ascoltare un formatore dare concetti che poi non saranno messi in pratica nella realtà aziendale perché le abitudini di sempre prenderanno il sopravvento. Le aziende chiedono sempre più spesso il Coaching, la facilitazione, giornate più brevi ma efficaci e soprattutto pratiche, legate alle attività aziendali e subito applicabili alla gestione delle proprie attività. Dalla crisi, molte aziende hanno anche creato Academy interne per ridurre i costi di formazione esterni ed accentrare competenze importanti da gestire in tutta l’organizzazione. Le Academy hanno il vantaggio di coinvolgere anche fornitori esterni ed altri stakeholder che possono quindi collaborare meglio con l’azienda nel raggiungimento di obiettivi comuni.

Il reparto HR può lavorare sulla costruzione di Academy digitali che possono allenare le persone anche per quanto riguarda le soft skills, sempre più importanti nella gestione delle sfide del mercato e della realtà quotidiana delle aziende oggi.

Ecco alcuni consigli per sviluppare una prima serie di corsi e-learning a catalogo, per creare Academy aziendali digitali che possono essere utilizzate da tutti gli stakeholder:

definire le competenze necessarie nell’organizzazione che al momento non possono essere allenate con corsi di formazione tradizionali in aula. Definire due tipi di competenze: soft skills generali, in generale incluse sotto il cappello di “intelligenza emotiva”, come la flessibilità, la capacità di gestione del tempo, il decision-making, il problem-solving e molto altro. Poi identificare le non-technical skills, vale a dire competenze vicine all’azienda che però non possono essere definite tecniche. Ad esempio, in un’azienda retail, potrebbe essere la gestione di tipi particolari di clienti in situazioni specifiche della vita di negozio.

definire gli obiettivi di formazione per gli stakeholder e la loro competenza digitale: in questo modo si possono pianificare i giusti strumenti e le modalità di allenamento per ogni popolazione aziendale. Un giovane, ad esempio, userà facilmente video dal suo telefonino, mentre una persona meno versata con il digitale potrebbe preferire ancora un documento pdf.

creare prodotti di e-learning con esempi specifici dell’azienda: in questo modo le persone vedono subito l’applicabilità dei corsi online e li seguono con più frequenza. Inserire anche business game, test e giochi che aiutano l’engagement delle persone.

prevedere anche percorsi di micro-learning: in questo modo le persone possono apprendere velocemente competenze specifiche del loro lavoro ed allenarle.

Vuoi conoscere le nostre soluzioni di e-learning con i nostri Coach: scarica il documento di fianco oppure contattaci: ti manderemo un corso di prova in omaggio.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *